Nell’ultimo periodo i correttori posturali hanno riscosso un discreto successo in quanto consentono di contrastare l’ipercifosi e quindi la tendenza a stare con le spalle curve in avanti. Tuttavia ci sono persone che si chiedono, come molto probabilmente stai facendo anche tu, se questi tutori funzionano davvero o sono soltanto delle trovate commerciali.

Correttore posturale: aspetti generali

Se hai problemi alla cervicale o deve fare i conti con una posizione scorretta delle spalle indotta da squilibri muscolari, puoi oggi acquistare un correttore posturale, disponibile in differenti varianti e misure. Questo dispositivo ortopedico permette di ritrarre le scapole, così che i muscoli del petto possano aprirsi e allungarsi. Gli effetti positivi si possono notare sin dalle prime settimane di utilizzo e in molti casi si riesce anche a combattere il mal di testa. In commercio oggi puoi trovare anche correttori posturali che coinvolgono l’intera colonna vertebrale e che quindi si rivolgono a tutte quelle persone che non hanno solo un problema alle spalle ma anche nella zona lombare a causa dello svolgimento di attività pesanti.

Non mancano poi fasce lombari che, come suggerisce lo stesso nome, agiscono soprattutto sulla parte bassa della schiena, ovvero quella solitamente sottoposta a maggiori sollecitazioni. Grazie alla forma e ai tiranti integrati, queste fasce costringono a mantenere la giusta posizione nell’arco della giornata.

Bisogna poi ricordare che i modelli più sofisticati di correttori posturali sono inoltre provvisti di un rilevatore di equilibrio che si connette ad un’applicazione da scaricare sullo smartphone. Dopo avere effettuato le necessarie impostazioni, una volta che viene persa la posizione corretta il sensore invia una vibrazione. In questa maniera l’utente potrà svolgere un allenamento attivo, diversamente da ciò che avviene con i correttori posturali tradizionali.

Perché vengono acquistati i correttori posturali?

Quando non viene svolta attività fisica e si mantiene uno stile di vita abbastanza sedentario è normale che il tessuto muscolare venga indebolito, tanto da perdere progressivamente la sua capacità nel sostenere le articolazioni della colonna vertebrale. Grazie al correttore posturale si riesce a tenere in tensione i muscoli erettori in modo che la colonna vertebrale non sporga eccessivamente in avanti. Con il passare del tempo, specialmente se svolgi un lavoro che ti costringe a stare seduto davanti al pc per diverse ore, potrai notare un miglioramento della posizione e tenderai a mantenere la schiena dritta.

Cosa valutare quando si acquista un correttore posturale

Bisogna comunque considerare che ogni correttore dovrà essere adeguato alle specifiche esigenze, pertanto in fase d’acquisto è importante scegliere la giusta taglia che offrirà anche in dovuto comfort. Per le donne, inoltre, esistono delle varianti apposite che si indossano come dei normali reggiseni.

Molto importanti sono anche i materiali del correttore posturale, solitamente lycra, elastan e lattice, che non provocano irritazioni alla pelle e sono anche abbastanza resistenti, oltre che facili da lavare a mano o in lavatrice. L’importante è puntare su versioni traspiranti, che non trattengono il sudore e che quindi potrai indossare senza problemi anche in estate. Considera infine l’agevole adattabilità e a questo proposito oltre ai correttori fissi, come le maglie posturali, esistono anche diversi modelli provvisti di cinghie e fibbie regolabili, grazie alle quali potrai modulare la vestibilità fino a creare la tensione che più preferisci.

Il correttore posturale funziona davvero?

Per scoprire se i correttori posturali sono effettivamente efficaci bisogna fare alcune precisazioni preliminari. Sul mercato oggi l’assortimento di questi accessori è abbastanza ampio e variegato ma un modello non vale l’altro, anche perché solo alcuni vengono classificati come presidi ortopedici. In genere i correttori realizzati in gomma e plastica sono quelli più economici e non offrono buone prestazioni, anche perché si rivelano scomodi, oltre che poco adatti per svolgere attività sportive in quanto tendono a trattenere il sudore.

Se acquisti un correttore per la postura a pochi euro non illuderti di poter risolvere i tuoi problemi a carico della colonna vertebrale, per questo è sempre meglio puntare su prodotti di qualità che assecondano l’anatomia del corpo e aiutano a combattere i fastidi legati alla posizione scorretta assunta durante il giorno.

Considera inoltre che per ottenere migliori risultati nel lungo periodo dovresti anche svolgere esercizi mirati che permettono di rinforzare la componente muscolare. In molti casi anche un trattamento osteopatico potrà essere di grande aiuto per risolvere ogni disagio che riguarda la colonna vertebrale. Le manipolazioni, infatti, tenderanno a migliorare la mobilità delle articolazioni e di conseguenza a garantire una posizione naturalmente corretta.

Considerazioni finali sui correttori posturali

Mantenere la colonna dorsale dritta è possibile usando correttori posturali che rispettano alti standard di qualità, quindi realizzati con materiali appositi e provvisti di elastici e cinghie che una volta regolati potranno diminuire l’atteggiamento di ipercifosi. Questi accessori vengono consigliati agli sportivi, alle persone che lavorano per diverso tempo restando seduti e a chi solleva carichi pesanti. In ogni caso evita l’acquisto di correttori posturali di bassa qualità che il più delle volte potrebbero anche peggiorare i tuoi problemi, quindi rivelarsi non solo inefficaci, ma anche del tutto controproducenti.

Ricorda, infine, che il correttore posturale da solo non è sufficiente, in quanto nel lungo periodo sarà necessario mantenere una postura in maniera attiva, quindi senza un ausilio esterno. Per questo dovrai svolgere sport che permettano di andare a rinforzare i muscoli della colonna vertebrale e delle spalle, aspetto che ti consentirà di limitare il rischio di possibili infortuni, infiammazioni e dolori lombari. Se sei indeciso quale correttore posturale scegliere, ti consigliamo il portale https://dispositivi-medici.it/ con tante recensioni e guide ai correttori posturali dove puoi acquistare in pochi clic il prodotto che fa per te!

Correttore posturale: funziona davvero? ultima modifica: 2022-03-07T18:39:20+01:00 da Redazione ogniquanto.it