Come aprire un e-commerce in Germania? Oggi chi opera sia nel settore del B2B sia nel B2C può avere ampie possibilità di crescita optando per l’internazionalizzazione della propria attività all’estero per l’apertura di un e-shop online in paesi come la Germania!

La Germania risulta essere uno dei mercati più appetibili per chi vuole espandere la propria attività all’estero e ottenere degli ottimi profitti. Il motivo? La Germania è tra i paesi dove gli e-commerce hanno maggior successo dopo il Regno Unito. I tedeschi, infatti, sono tra coloro che fanno più acquisti online, comprando ogni genere di prodotto.

Ma come riuscire a espandere la propria attività in Germania? Come aprire un e-commerce che funzioni? Lo scopriamo nel dettaglio in questa guida!

Aprire un e-commerce in Germania: un’opportunità di crescita

La Germania è uno dei paesi in cui lo sviluppo del commercio online è stato favorito da vari fattori quali: accesso a Internet garantito a quasi tutta la popolazione, infrastrutture eccellenti, uno stile di vita che permette di effettuare diversi acquisti online, una propensione sempre più in crescita. Infatti, un’analisi ha dimostrato come l’80% delle persone faccia acquisti online e con la pandemia questa tendenza è cresciuta ancora di più. Il mercato tedesco, dunque, è molto florido soprattutto per le aziende italiane che vendono prodotti peculiari o che operano nel settore B2B o B2C.

Come sviluppare l’e-commerce in Germania?

Per lo sviluppo dell’e-commerce in Germania è necessario un lavoro attento e meticoloso. Non basta costruire l’e-shop, inserire i prodotti e utilizzare un programma di traduzione automatico! Bisogna innanzi tutto sviluppare un business plan attento, dopo di ché è necessario lo studio del target di riferimento e anche dei competitor che operano in Germania.

Dopo aver svolto i giusti studi e analisi, bisogna lavorare all’e-commerce in un’ottica SEO internazionale. Cosa vuol dire? In primo piano si deve procedere alla creazione dei testi delle pagine del sito. I testi devono essere elaborati da un copywriter tedesco madrelingua esperto che deve collaborare con un SEO in grado di comprendere attentamente quali sono le query e keyword più importanti di un settore specifico.

Oltre alla creazione delle pagine in ottica SEO e attraverso la realizzazione di testi da parte di un madrelingua, si deve anche pensare a una strategia più ampia di condivisione e creazione di brand awareness. Inoltre, spesso risulta utile anche la creazione di un corporate blog nella strutturazione di una strategia che implichi strategie di inbound marketing.

L’importanza della pubblicizzazione e dei marketplace

Di certo lavorare nell’ottica di sviluppare una strategia per il posizionamento organico dell’e-commerce attraverso la SEO e la scelta delle giuste keyword e query d’interesse per il mercato tedesco è importantissimo, ma bisogna anche operare attraverso strumenti a pagamento e pubblicizzare l’attività anche attraverso i marketplace.

La pubblicizzazione può avvenire online attraverso l’impiego di Google Ads. Grazie al circuito pubblicitario di Google Ads, è possibile creare delle promozioni che permettono di raggiungere più facilmente i clienti in target. Naturalmente bisognerà settare la campagna per la Germania e scrivere le ads in tedesco.

Infine, per aumentare la visibilità dei propri prodotti in Germania, è possibile inserire il catalogo con descrizioni e titoli in tedesco sui vari marketplace come ad esempio: Amazon. Con la giusta strategia SEO per Amazon si ha la possibilità di aumentare di gran lunga il pubblico di destinazione e di conseguenza di aumentare i propri profitti.

Naturalmente come per l’e-commerce è molto importante anche studiare una strategia di SEO per Amazon che permetta di far visualizzare facilmente i prodotti ai tedeschi che fanno acquisti online.

Seguendo una strategia multicanale è possibile ottenere dei risultati ottimali in termini di profitti e awareness del brand in Germania.

E-Commerce in Germania: consiglio per aprire il tuo e-shop all’estero ultima modifica: 2021-11-14T08:11:40+01:00 da Redazione ogniquanto.it