La permanente è un trattamento per capelli usato per rendere la propria chioma riccia e vaporosa. La tecnica consiste nell’avvolgere ciocche di capelli intono a bigodini (ma vengono utilizzate anche altre tecniche per la piega) di varia grandezza, a seconda dell’effetto che si vuole ottenere, che va dal riccio piccolo e vaporoso al riccio largo e morbido e perfino al mosso.
Una volta sistemati i capelli il parrucchiere procede ad applicare una serie di prodotti specifici che si occuperanno di far fissare i capelli nella nuova forma da noi scelta.
E’ possibile (sebbene sconsigliato) effettuare questo procedimento anche mediante l’utilizzo di prodotti per uso casalingo, ma si deve tener bene conto che senza l’apporto di un professionista si corre il rischio di ottenere un risultato completamente diverso da quello immaginato nonché quello di rovinare i capelli, a volte anche in modo irreparabile.

permanente1-sito

Questo trattamento dura in media una trentina di minuti e deve essere compiuta con grande attenzione e rispetto delle procedure ed utilizzando prodotti di prima qualità onde evitare di andare a rovinare i capelli trattati, specialmente nel caso di capelli già rovinati in partenza o molto sottili.

Durata della Permanente

Nonostante il suo nome possa trarre in inganno, questa tecnica non è assolutamente “permanente”. Infatti i capelli trattati, se non adeguatamente curati, possono sfibrarsi e risultare quindi mogi e privi di volume, soprattutto se il capello di partenza era molto liscio o sciupato.
Inoltre i capelli che ricresceranno dalla radice saranno della forma che avevano gli altri prima della permanente, per cui se partiamo da una base mossa, la ricrescita apparirà soltanto mossa ed il riccio si limiterà alla zona sottostante.

permanente2-sito

Ogni Quanto fare la Permanente e come prendersene cura

Intanto occorre dire che, sebbene ovviamente è da valutare il singolo caso specifico per cui vi consigliamo in ogni situazione di consultarvi col vostro parrucchiere, questa procedura sarebbe da evitare o almeno da sconsigliare su capelli decolorati, colorati all’henné o lisciati chimicamente.
Questo perché la permanente aumenta l’aridità del capello e quindi farla su chiome già secche o provate da trattamenti piuttosto forti, può aumentare il rischio di danni alla sua struttura.
Per proteggere poi la salute dei tuoi capelli sarebbe preferibile limitare le permanenti a 3 volte all’anno, cioè di media ogni 4 mesi.
Se i vostri capelli crescono molto in fretta e lo stacco diventa troppo evidente, potete provare con un piccolo ritocco sulle radici da effettuare tra una permanente e l’altra.
E’ importante assicurarsi si nutrire in profondità i capelli, magari utilizzando maschere ricostituenti (che potreste acquistare o creare direttamente a casa vostra) come ad esempio quelle a base di mandorla dolce, olio di cocco, olio di oliva, burro di karité che andranno a penetrare a fondo nel capello restituendogli corpo e vigore.
Un altro accorgimento da non trascurare è quello di lavare i capelli con prodotti specifici, delicati e riequilibranti in modo da rinforzare il fusto capillare alterato. Se questo non vi basta nebulizzate i capelli con uno spry rivitalizzante ad uso quotidiano, da appicare su tutta la lunghezza, per far risaltare i ricci ed ammorbidirli ed idratarli a lungo.
permanente3-sito

Ogni Quanto è consigliato fare la Permanente? ultima modifica: 2015-09-16T01:27:35+02:00 da Redazione ogniquanto.it